PRESENTAZIONE DEL CORSO

Nell’anno appena trascorso non sono mancate le novità nel campo del trattamento dei tumori urologici, molte di queste potenzialmente in grado di modificare la pratica clinica. Nel carcinoma prostatico cominciano ad accumularsi evidenze circa il ruolo dei trattamenti locali nella malattia oligometastatica, mentre resta aperto il dibattito su come definire tale entità alla luce dell’avvento di metodiche diagnostiche sempre più sensibili. Si consolida inoltre il ruolo dei trattamenti ormonali di nuova generazione per la malattia non metastatica resistente alla castrazione, grazie a risultati positivi in sopravvivenza. Il trattamento di prima linea del carcinoma renale si arricchisce di nuovi agenti, ma la scelta resta legata a vecchie classificazioni prognostiche. Nella neoplasia vescicale si conferma il ruolo fondamentale dell’immunoterapia, con interessanti prospettive per l’impiego in fase di mantenimento dopo la chemioterapia con platino, ma allo stesso tempo emergono nuovi promettenti agenti per la malattia avanzata. Questo incontro vuole costituire l’occasione per una discussione multidisciplinare aperta circa le novità emerse nell’ultimo anno ed il loro impatto sulla gestione clinica delle neoplasie del tratto genitourinario, grazie alla presenza dei massimi esperti nel settore.

CON LA SPONSORIZZAZIONE NON CONDIZIONANTE DI

help desk per problemi tecnici

 

provider ecm e segreteria organizzativa